Novantenne contagiata da due varianti contemporaneamente

ii suoi medici hanno detto che potrebbe essere stata infettata da due persone diverse.Una donna belga di 90 anni, morta di Covid-19 a marzo aveva contratto contemporaneamente due varianti del coronavirus.

Secondo uno studio scientifico citato domenica durante un congresso scientifico e dai media belgi, sarebbe il primo documentato del suo genere. Il caso, discusso al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive (ECCMID), mostra che è possibile essere infettati contemporaneamente da due varianti di Covid-19, ha affermato in una nota la società organizzatrice dell’evento. Secondo la compagnia, la nonagenaria ha contratto le varianti Alpha e Beta, identificate per la prima volta in Gran Bretagna e Sud Africa.

Curata in un ospedale di Aalst vicino a Bruxelles, la donna non era stata vaccinata, ha riferito il canale pubblico belga VRT.

Il Belgio, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, come gran parte dell’Unione europea, ha incontrato difficoltà con le consegne di vaccini all’inizio del 2021 e la sua campagna di vaccinazione è iniziata lentamente, sebbene l’UE abbia ora somministrato dosi per coprire il 70% della popolazione.

Altri articoli interessanti