Ucraina: è stata “sterminata una intera generazione”, Giorgio Bianchi, “le morti sono un numero enorme, gigantesco, e non c’è via di uscita da una situazione del genere”

“Le morti in Ucraina sono in un numero enorme, gigantesco, e non c’è via di uscita da una situazione del genere”, denuncia Giorgio Binchi. “È un’intera generazione che è stata sterminata e chi non è stato sterminato è riuscito a fuggire per tempo, abbandonando la nave prima che affondasse.

La cosa che mi fa più male è pensare che i veri amici dell’Ucraina sono coloro che hanno tentato in tutti i modi di spiegare quale fosse la reale situazione, nella speranza che i popoli europei intervenissero, tentando in qualche modo di convincere i propri governi dell’errore che si stava commettendo. Purtroppo, la recente tornata elettorale ha confermato i partiti guerrafondai e ora anche la Meloni, che sembrava quella più conciliante, come avevo ampiamente detto prima delle elezioni, solo a scopo elettorale, ora si appresta ad inviare missili a lungo raggio che non faranno altro che esacerbare il conflitto e abbassare l’asticella dello scontro.

Viceversa, quelli che si sono mostrati amici dell’Ucraina sono coloro che invece ne hanno decretato la morte, che hanno decretato la morte di tutti quei ragazzi e che probabilmente porteranno il mondo verso la terza guerra mondiale”.

Altri articoli interessanti

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com