Il trucco climatico è il grimaldello per attuare l’Agenda 2023 attraverso i crediti di carbonio, la denuncia dell’avv. Fusillo, “hanno fatto passare la tesi che la CO2 è inquinante e chiunque e qualunque cosa la emetta deve essere sottoposto a un controllo totalizzate”

“Il  trucco climatico è il mezzo, il grimaldello, attraverso il quale tutto questo sarà attuata l’Agenda 20230, attraverso i crediti di carbonio”, denuncia l’avvocato Alessandro Fusillo.”L’inquinamento avviene attraverso l’emissione di un gas che non è inquinante e che è fondamentale per la sopravvivenza, perché se non ci fosse la CO2, l’anidride carbonica, non crescerebbero le piante e non ci sarebbe vita sulla Terra. Ma è un trucco geniale perché qualunque attività umana, animale o di altro tipo produce l’emissione di anidride carbonica, che ricordiamo è un gas serra. L’idea è che l’essere umano è sostanzialmente un inquinante. Non è una quantità minuscola nell’atmosfera terrestre, eppure questo è il trucco: hanno fatto passare la tesi che l’anidride carbonica, il CO2, è un inquinante e quindi qualunque attività connessa con l’emissione di CO2 deve essere soggetta a un controllo totalizzante con un meccanismo che conosciamo, ma per la sicurezza si devono limitare o annullare i diritti.

“L’Agenda 2030 è una risoluzione dell’Assemblea Generale dell’ONU adottata il 25 settembre 2015, che dice letteralmente di trasformare il mondo. Il progetto di questa gente è quello di modificare radicalmente e definitivamente il mondo come noi lo conosciamo, e uno dei vari obiettivi, l’obiettivo 11, riguarda le città. Al di là della infiocchettatura di espressioni edulcorate finalizzate a tranquillizzare il pubblico, si tratta della costruzione di giganteschi campi di concentramento a cielo aperto: queste devono essere le smart cities.

Poi l’effetto pratico di tutte queste normative è quello di un sostanziale esproprio dei cittadini. Se volete, è la realizzazione con mezzi nuovi e moderni del vecchio sogno comunista di espropriare tutto.

In particolare, le città serviranno ad espropriare gli alloggi e le automobili, che stanno già subendo un attacco frontale da parte delle élite. Questo si deve estendere anche al trasporto pubblico, ai giardini, al verde. L’idea è quella espressa molto efficacemente dal World Economic Forum nel famoso slogan: “Non avrete niente, poi aggiungono che sarete felici”.

La felicità non c’entra a nulla: sicuramente il piano è di non farci avere nulla, cioè di espropriarci di qualsiasi cosa. La strada, al di là delle smart cities e di altre diavolerie che fanno parte dell’Agenda 2030, è quella di utilizzare il trucco climatico”.

Fonte

Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore.

Leggi le ultime notizie su www.presskit.it

Per non dimenticare: Senza livelli sufficienti di CO2 nell’aria, non c’è vita sulla terra… eppure i politici lottano per eliminarla

Per non dimenticare: “Lavori sciatti o disonesti per inseguire la la politica e il carrierismo” la denuncia contro gli scienziati di Co2 Coalition

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su X: https://x.com/presskit_it

Seguici su Sfero: https://sfero.me/users/presskit-quotidiano-on-line

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

Copiate l’articolo, se volete, vi chiediamo solo di mettere un link al pezzo originale.

Altri articoli interessanti

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com