Macchina del fango su Giorgia Meloni, ha vinto e adesso la attaccano su tutto

Giorgia Meloni  e il suo partito escono come indiscussi vincitori alle elezioni amministrative. Chi lo nega non vuole vedere la realtà dei fatti. A fronte di questa vittoria elettorale è partita la macchina del fango. Accusano Giorgia Meloni di essere filoputinana, di avere preso soldi dai russi, di fare venire i brividi alle persone…

C’è un problema, però. Questo sistema di comunicazione, volto a annientare l’avversario, se usato troppe volte non funziona più, ed ormai il fenomeno è facilmente smacherabile anche dalle persone non del mestiere, la “mamma” di Giordano, la casalinga di Voghera invocata in passato dai capiredattori per spiegare ai loro sottoposti di scrivere in maniera semplice, da mia nonna, donna semplice con la terza elementare. Quando è troppo è troppo. Non ci si crede più.

A Nicola Porro Giorgia Meloni ha detto: “vedrà cosa succederà domani?” “Io non ci potevo credere, commenta nella sua zuppa odierna Porro. “Oggi è successo esattamente quello che aveva detto lei. Se tu sei un partito di destra che ha vinto le elezioni c’è sempre un buon motivo per farti un mazzo tanto. Se sei Berlusconi sei…., se sei Salvini sei…, se sei la Meloni se un fascista contro i gay. C’è sempre un buon motivo per cui gli scheletri negli armadi della destra facciano schifo, mentre quelli negli armadi della sinistra si possono ignorare”.

Le tre critiche principali contro Giorgia Meloni

Giorgio Letta: Letta: “Meloni? Ho visto il suo video per Vox: è da brividi”

Onorevole Quartapelle: “Giorgia fiancheggia l’internazionale di destra finanziata dalla Russia”, commento che arriva da un’erede del partito comunista.

Francesco Merlo, editorialista di Repubblica: “Reginetta di Coattonia”

Può interessarti anche: Greco del Cts ammette: “la comunicazione in mano ai virologi è stata un disastro”

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

 

 

 

Altri articoli interessanti