Riapriamo a tutti le porte degli ospedali. Arrivano i primi successi dopo le proteste

Per entrare negli ospedali italiani a trovare i parenti serve ancora il super green pass e spesso la direzione delle strutture ospedaliere mette dei veri e propri percorsi a ostacoli. Si può entrare a giorni alterni, solo una persona, solo pochi minuti. E’ difficile sapere come stanno i propri cari, lasciati soli proprio in un momento di difficoltà e di fragilità.

Ilcomitato “Di Sana e Robusta Costituzione” ha messo in atto una vera e propri azione “Riapriamo le porte”ed è riuscita a liberare due ospedali a Roma e uno a Milano. “Dopo aver liberato gli ospedali San Camillo e San Giovanni di Roma abbiamo liberato anche l’ospedale Fatebenefratelli di Milano. – scrivono – Il comitato ringrazia i 50 manifestanti tra gli attivisti di Ancora Italia, del movimento 3V, della Federazione Terza Repubblica e di “Libera resistenza”, accorsi a sostegno dell’iniziativa. Una delegazione dei 50 è stata ricevuta dal direttore generale e dal direttore sanitario allo scopo di ottenere la liberalizzazione degli orari di visita dei parenti, per il cui accesso è necessario l’infame lasciapassare. Abbiamo raccolto 500 firme affinchè casi di pazienti che muoiono da soli in fredde camere di degenza, non accadano MAI più. Non garantire un adeguato fine vita, quindi prospettare la morte in solitudine per chi non è provvisto di pass verde, equivale a generare discriminazioni, a compromettere la dignità degli esseri umani nonchè i valori millenari di un popolo che affonda le sue radici nella cultura cristiana. I dirigenti del nosocomio milanese hanno preso in carico favorevolmente la proposta di emendamento del comitato al regolamento aziendale sull’accesso dei parenti dei pazienti, con particolare riferimento al buon senso da “far tornare di moda” soprattutto nel fine vita”.

Invitiamo tutti i cittadini a segnalare a info@disanaerobustacostituzione.it al ogni abuso delle amministrazioni sugli orari di visita dei parenti.

Siamo altresì disponibili a condividere metodi, strumenti e formato dell’ operazione con i gruppi di resistenza interessati a replicare “Riapriamo le porte” sul territorio nazionale e liberare così tutti gli ospedali d’Italia!

Può interessarti anche: Roma: raccolta firme per riaprire ospedali e Rsu a tutti per le viste. E’ ora di dire basta!

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

Altri articoli interessanti