Proibita la detenzione, il trasbordo e la vendita dei cetrioli marini

Stop alla pesca delle oloturie, anche dette cetrioli di mare. Un decreto del Ministero delle Politiche Agricole è stato firmato per vietare la pesca delle oloturie in Italia.

Dal 1 di gennaio è stata infatti vietata la detenzione, trasbordo e la vendita delle oloturie. Il decreto è stato emanato per contrastare la forte pressione della pesca su prodotti di interesse economico extracomunitario.

Le Oloturie infatti non hanno alcun interesse in Mediterraneo se non come esca per i palamiti da pesce bianco, ma sono invece molto apprezzate in oriente.

Le oloturie o cetrioli di mare, ricorda Giovanni D’Agata presidente dello  “Sportello dei Diritti”,  sono echinodermi, parenti strettissimi di ricci e stelle marine. Come i ricci di mare, le oloturie sono detritivore e giocano un ruolo importantissimo nel mantenere in equilibrio le nostre coste. La mancanza di questi animali potrebbe alterare i già delicati equilibri del Mediterraneo.

Altri articoli interessanti