Criptovalute: Dogecoin è la moneta virtuale più ricercata su Google. Supera anche i BitCoin

Secondo la secondo una ricerca di The Advisor Coach, un consulente finanziario, Dogecoin supera i BitCoin nelle ricerche su Google.

La criptomoneta, che si basa su un meme Internet di un cane giapponese Shiba Inu, è stata la più cercata su Google in 23 stati americani, tra cui Florida, Illinois e Michigan. A differenza dei bitcoin, il cui numero è finito, nei dogecoin non c’è un limite massimo alla valuta che si può generare.

Dogecoin è diventato famoso nel 2021 quando l’amministratore delegato di Tesla Elon Musk, è arrivato addirittura a dire in maggio di quest’anno che avrebbe potuto accettare dogecoin come pagamento per i veicoli elettrici della sua azienda.

Così come i bitcoin, anche i dogecoin (la maiuscola si usa in genere per indicare il sistema, la minuscola per la valuta) sono una moneta digitale generata a computer attraverso un procedimento noto come estrazione (o mining) e che permette di effettuare scambi senza bisogno di un’autorità centrale.

A creare il sistema Dogecoin furono Jackson Palmer e Billy Markus, due programmatori informatici, che spiegarono di averlo fatto per gioco, come commento “satirico” alla proliferazione di criptovalute di ogni tipo, diverse dalla dubbia attendibilità. L’idea vera e propria fu di Plamer, che al tempo lavorava per Adobe, e che comprò il dominio dogecoin.com mettendolo online con qualche immagine.

Altri articoli interessanti