Come sarà la mobilità del futuro?

“La mobilità del futuro punterà su soluzioni tecnologicamente avanzate ma ecocompatibili. È importante sostenere le imprese nel passaggio verso modelli di business circolari”, spiega Alvise Biffi, componente di Giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Sostenibile, grazie all’uso delle energie rinnovabili e alla diversificazione dei vettori energetici, orientata alla qualità del servizio, con un’offerta più flessibile, integrata e personalizzata che sappia rispondere in modo efficace alle esigenze quotidiane degli utilizzatori. Così vedono la mobilità del prossimo futuro post Covid le imprese e le startup che hanno partecipato alle edizioni di “MCE 4×4” fino ad oggi.

Le loro testimonianze sono raccolte nella Guida “Ritorno al futuro…della mobilità” presentata oggi alla sesta edizione di “MCE 4×4”, l’iniziativa organizzata da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, in collaborazione con Nuvolab venture accelerator, e rivolta a tutti gli attori che operano nei diversi settori della mobilità e dell’innovazione.

“Il settore della mobilità, responsabile del 30% delle emissioni di gas serra a livello italiano, deve immediatamente trasformarsi in modo radicale per raggiungere un modello fondato sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica – ha dichiarato Gioia Ghezzi, Vicepresidente di Assolombarda con delega a Infrastrutture, Mobilità e Smart City -. Compito fondamentale del settore mobilità è dunque offrire urgentemente soluzioni innovative per essere protagonista nella transizione ecologica e rispondere ai nuovi stili di vita. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile si raggiungono tramite la sperimentazione e attuazione di processi di open innovation. Per attuarle, le imprese necessitano di procedure semplificate, chiare e veloci, di reale supporto allo sviluppo immediato di una mobilità sempre più sostenibile e innovativa”.

“La crescita del settore dei trasporti e delle infrastrutture dovrà andare di pari passo con il miglioramento delle condizioni ambientali. –ha dichiarato Alvise Biffi, componente di Giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi –. La mobilità del futuro punterà su soluzioni tecnologicamente avanzate ma ecocompatibili. Per questo come Camera di commercio crediamo sia importante sostenere lo sforzo delle imprese nel passaggio verso modelli di business e di sviluppo maggiormente circolari e sostenibili. Lo facciamo partecipando e promuovendo progetti di ricerca, formazione, sensibilizzazione. favorendo momenti di incontro e scambio tra startup innovative e aziende della mobilità come avviene durante la MCE 4×4, con l’intento di contribuire così allo sviluppo di nuovi prodotti e servizi”.

La Guida vuole essere uno strumento di orientamento per le aziende e le startup che operano nella mobilità. All’interno viene delineato l’attuale scenario, reso ancor più complesso dalla crisi pandemica, e si parla delle nuove tendenze tecnologiche: dai veicoli elettrici e a idrogeno alla guida autonoma, dalla mobilità aerea urbana alla micromobilità, dalla Hyperloop agli aerei supersonici. Vengono inoltre presentate le tendenze di business, quelle ambientali, sociali e normative. Nella parte finale un decalogo per orientarsi nella mobilità del futuro e la presentazione delle 80 startup che hanno partecipato alle edizioni di MCE 4×4 con una breve descrizione dei loro progetti.

Dal 2016 al 2020 “MCE 4×4” ha raccolto i progetti di ben 561 startup. Delle 80 startup selezionate, 21 hanno raccolto fondi e 14 sono state acquisite o hanno completato joint-venture industriali. Con l’edizione 2021 di “MCE 4×4” si vuole raccogliere l’esperienza maturata in 5 anni dell’iniziativa per fare il punto sui trend e gli scenari della mobilità innovativa e sostenibile, sui fattori chiave che portano al successo di prodotti e soluzioni nuove per la mobilità, sui principali ostacoli e le criticità da sciogliere.