New York ha la sua criptovaluta: NYCCoin

NYCCoin è un progetto decentralizzato gestito e guidato direttamente dalla comunità e dai sostenitori di New York City. Ciò significa che NYCCoin è, fondamentalmente, un’iniziativa di base e i token di New York possono essere utilizzati come la comunità ritiene opportuno per ridefinire l’impegno civico, finanziare gli sviluppi locali e beneficiare i residenti della città in qualsiasi altro modo la comunità desideri.

Questo perché i CityCoin sono programmabili e basati su software open source, alimentando così un nuovo ecosistema guidato dalla comunità per consentire agli sviluppatori di creare applicazioni e sperimentare casi d’uso innovativi.

CityCoins è progettato non solo per incentivare le amministrazioni cittadine a sostenere le imprese e i residenti locali, ma anche per fornire loro i mezzi per farlo. Il 30% dei fondi spesi per estrarre nuovi token di New York viene inviato a un portafoglio crittografico sicuro riservato al governo municipale di New York o al Fondo del sindaco. Il restante 70% di questi fondi viene distribuito agli utenti di NYCCoin che impilano NYC per guadagnare ricompense in criptovalute.

Il sindaco eletto di New York, Eric Adams, è ottimista sulle criptovalute e vuole che New York City abbia un CityCoin.
Il potenziale delle criptovalute nella governance della città sta prendendo piede. I leader del settore come il CEO di Coinbase e il fondatore di Ethereum sono entusiasti delle possibilità quanto i sindaci di Miami e New York City.
Nella sua relazione annuale del 2019, il NYDFS ha dichiarato di voler affrontare le linee guida per le società approvate per autocertificare nuove criptovalute e consentire la quotazione senza l’approvazione centralizzata da parte del NYDFS.

Altri articoli interessanti