Quanti sono i frontalieri in Svizzera?

I nuovi dati fanno il punto della situazione: a fine giugno i frontalieri erano poco meno di 347’748, vale a dire il 2,2% in più rispetto all’anno scorso (+1,2% in rapporto al primo trimestre).

L’incremento è stato particolarmente pronunciato nel terziario dove i pendolari stranieri sono aumentati del 2,7% su base annua (+6’230 persone) mentre nell’industria si è osservata un’evoluzione dell’1% (+1’059).

In Ticino l’aumento è stato più vistoso: +3,5% su base annua e +1,8% rispetto ai tre mesi precedenti, con un afflusso importante nell’ambito dei servizi dove si è assistito ad un balzo del 5,1% della manodopera frontaliera.

Il principale paese di provenienza di questa categoria di lavoratori resta la Francia (55,1%), seguita dall’Italia (23,6%) e dalla Germania (18%). Nell’ultimo decennio il numero di frontalieri è progredito del 39,9% nella Confederazione (e del 36,6% nel cantone italofono che confina con Lombardia e Piemonte).

Altri articoli interessanti