Corsa all’acquisto delle stufe elettriche in Svizzera, così ci si mette al riparo dalla crisi energetica

Il prezzo dell’energia elettrica in Svizzera è più basso che in Italia, così le persone si stanno preparando ad affrontare l’inverno. gli svizzeri stanno facendo incetta di stufe elettriche. Lo riporta il domicale SonntagsZeitung sulla base dell’impennata di vendite registrata da Digitec Galaxus.

Le vendite sono aumentate

  • del 370% delle vendite in giugno rispetto al corrispettivo mese del 2021
  • in luglio aumento del 470% su un anno

L’Unione Europea invita a limitare i consumi di gas, ma se si utilizzare contemporaneamente tutte le stufe elettriche comprate in questi mesi “il consumo di corrente aumenterebbe in modo massiccio in una situazione già tesa” se le stufe a gas venissero effettivamente rimpiazzate da quelle elettriche di riserva, spiega al giornale il responsabile dell’Associazione delle aziende elettriche svizzere (VSE/AES), Michael Frank

Se Berlino dovesse trovarsi in una situazione critica per quanto attiene alla disponibilità di gas, anche le regioni svizzere – in particolare San Gallo e i Grigioni – rifornite dalla Germania sarebbero colpite.

Leggi le ultime notizie su www.presskit.it

Può interessarti anche: Crisi materie prime: fino a quando continueranno gli aumenti?

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

Altri articoli interessanti