“Pieno di bugie il discorso di Draghi al senato”, l’accusa di Paragone. Le tasse sono aumentate

Gian Luigi Paragone attacca Mario Draghi per il suo ultimo discorso al senato. Sulle tasse ha mentito. Lo dicono i numeri.

Cosa ha detto Draghi

“Siamo consapevoli che in Italia il Fisco è complesso e iniquo. Per questo non abbiamo mai aumentato le tasse ai cittadini. Intendiamo ridurre le aliquote Irpef a partire dai redditi medio-bassi, superare l’Irap, razionalizzare l’Iva. I primi passi sono stati compiuti con l’ultima legge di bilancio (…) In Italia l’Agenzia delle Entrate conta 1.100 miliardi di crediti residui, una cifra impressionante. Dobbiamo quindi approvare al più presto la riforma fiscale, che include il completamento della riforma della riscossione, e varare subito dopo i decreti attuativi”.

Cosa gli contesta Paragone

Non è vero che “non sono mai state aumentate le tasse sui cittadini”, scrive dalle pagine del suo blog. “Secondo i dati Istat, piuttosto, la pressione fiscale ha raggiunto il record del 43,5%. Nel corso dell’ultimo trimestre del 2021, il Fisco si è portato via oltre la metà della ricchezza prodotta, arrivando a quota 51,8%. Non solo: “Draghi ha detto una seconda bugia promettendo che la pressione fiscale sarebbe calata, mentre sempre l’Istat ha certificato che nel primo semestre di quest’anno è salita al 38,4%, con un aumento di mezzo punto rispetto allo stesso periodo di un anno fa”.

Draghi ha inoltre parlato di una rimodulazione delle aliquote che andrebbe a vantaggio dei ceti medio-bassi: “Non è così, tanto che la rimodulazione è ancora oggi oggetto di discussione”. La bugia “più grossa” è però quella che il contenzioso fiscale sia oltre il 60% del Pil: “Draghi mente sapendo di mentire. Quel contenzioso non è tutto passato in giudicato e dunque è solo potenzialmente esigibile. Inoltre i numeri dei contenziosi ci dicono che il 49% dei casi si è chiuso con la vittoria del Fisco, dunque la metà di quei mille miliardi non è dovuta”. Il premier ha cercato “di infinocchiare con la retorica populista gli italiani” parlando di riforma fiscale, ma la traduzione più pertinente sarebbe la seguente: “Aspettatevi una valanga di tasse e pignoramenti”.

Leggi le ultime notizie su www.presskit.it

Può interessarti anche: Lo Stato con l’inflazione diventa ricco e manda in rovina gli italiani, 14 miliardi di tasse in più in 5 mesi

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

Altri articoli interessanti