Mario Giordano spiega il super green pass e le sue contraddizioni

Draghi: “Bisogna che anche coloro che da oggi saranno oggetto di restrizioni possano tornare ad essere parte della società con tutti noi”. Lo ha detto il premier durante la conferenza stampa di presentazione del super green pass.

“Vuol dire – spiega Mario Giordano a Fuori dal Coro – che adesso non sono parte della società. Un premier in una conferenza stampa istituzionale ha detto che 8 milioni di italiani, che hanno fatto una scelta, che può essere discutibile, ma non è una violazione della legge perché è una scelta consentita dalla legge, sono esclusi dalla società. Mah”

Come funziona il super green pass. Il green pass si sdoppia c’è il super green pass, ma anche quello normale.

“Andiamo a vedere come funziona nelle situazioni di vita normale -spiega Giordano a Fuori dal Coro – Andiamo in pizzeria. Chi va mangiare una bella pizza margherita in pizzeria ha bisogno del super green pass, ma chi è lì per fare o servire la pizza margherita, per lavorare, ha bisogno solo del green pass normale. Se il lavoratore vuole fermarsi a mangiare la margherita dopo l’orario di lavoro, cioè dopo il tempo in cui ha avuto bisogno solo del green pass normale, ora deve avere il super green pass. Funziona così. E’ una cosa un po’ strana questo super green pass!”.

“Vediamo un’altra situazione – continua il conduttore – Per andare a lavorare in ufficio basta il green pass normale, ma se si vuole usare la mensa ci vuole il super Green pass. immaginiamo due colleghi vicini di scrivania, stanno stretti stretti, uno ha il green pass normale e l’altro il super green pass. A un certo punto decidono di andare a mangiare qualcosa in mensa, ma non possono andare insieme, anche se sono stato insieme, con le scrivanie vicine vicine fino a un attimo prima. In mensa uno entra e l’altro resta fuori. Fuori dalla società: così funziona il super green pass”.

“Vediamo un’altra situazione. Una persona decide di fare un viaggio e di andare a visitare una città e va in albergo. Vuole mangiare al ristorante dell’albergo, ma per andare a mangiare al ristorante dell’albergo, come in tutti i ristoranti, ci vuole il super green pass, ma se il turista è furbo e si prende una camera nell’albergo dove c’è il ristorante, allora può mangiare al ristorante con il green pass normale”, ma solo se l’albergo ha una sala separata per i non vaccinati. “Questo vale solo per i turisti italiani. Il turista straniero in Italia può andare a mangiare al ristorante dell’albergo con il green pass normale, anche se non ha prenotato una camera in albergo nello stesso ristorante, a  differenza dell’italiano, che se vuole mangiare al ristorante deve avere una camera nello stesso albergo. Se non ha prenotato una camera d’albergo lì, gli serve il super green pass. Funziona così il super grenn pass”.

“Otto milioni di italiani segregati da questa cosa geniale, il super green pass, che abbiamo solo noi al mondo”.

Altri articoli interessanti