I bambini e le nuvole nei luoghi Unesco della provincia di Varese: il 23 e 24 ottobre presentazione del libro “Nuvolario”

Le nuvole sono protagoniste dei beni Unesco della provincia di Varese nel prossimo fine settimana. Sabato 23 e domenica 24 ottobre, rispettivamente al museo Baroffio al Sacro Monte di Varese e al Monastero di Torba a Gornate Olona viene presentato il libro illustrato “Nuvolario” (Nomosedizioni), ovvero l’atlante delle nuvole, finalista al premio Andersen 2021 nella sezione divulgazione scientifica, scritto da Sarah Zambello e illustrato da Susy Zanella, con la revisione scientifica del Centro Geofisico Prealpino del Campo dei Fiori.
Archeologistics, realtà varesina impegnata nella valorizzazione dei beni culturali, organizza un doppio appuntamento per grandi e piccini, per conoscere le nuvole, ma anche scoprire luoghi di arte e storia. Nei due appuntamenti l’autrice e la disegnatrice spiegheranno come si mettono le nuvole in un libro e anche quali nuvole ci passano sopra la testa. In un viaggio con il naso all’insù, fra le tavole di Zanella e le parole di Zambello, si conosceranno fatti scientifici sulle nuvole, la loro natura, composizione e classificazione, ma anche i tanti modi in cui hanno da sempre saputo affascinare l’umanità diventando protagoniste di arte, fotografia, letteratura e musica. Attraverso il libro si potrà fantasticare, giocare o rilassarsi guardando il cielo, ma anche imparare a identificare e classificare le nuvole per comprenderne i segnali e prevedere così, come fanno i meteorologi, l’arrivo di piogge, temporali o cieli limpidi.
Gli appuntamenti sono sabato 23 ottobre alle 14.30, sulla terrazza del Museo Baroffio al Sacro Monte di Varese e domenica 24 ottobre, alle 11, nell’antica corte del Monastero di Torba – con la presenza anche dei referenti del Centro geofisico – a Gornate Olona. In caso di pioggia gli eventi si svolgeranno all’interno.
Per prenotazioni: bit.ly/nuvolarioinmuseo

Sarah Zambello: laureata in Scienze dell’Educazione, svolge attività di progettazione di interventi di educazione alla lettura e realizza laboratori di narrazione presso scuole e librerie. Ha frequentato la scuola di scrittura Bottega Finzioni di Bologna e il suo albo d’esordio, “Le mani di Anna” (2019), illustrato da Daniela Iride Murgia, è stato finalista al Premio Luigi Malerba edizione 2020. Nello stesso anno ha approfondito la sua conoscenza e passione per la letteratura per l’infanzia frequentando il Corso di Perfezionamento in Lettura e Letteratura per l’infanzia e l’adolescenza presso l’Università di Padova, grazie al quale ha iniziato a tenere incontri di formazione per insegnanti dedicati all’educazione alla lettura.  Nel tempo libero ama camminare e giocare a perdersi nei boschi.

Susy Zanella: nata a Ferrara nel 1978, ha iniziato subito un incredibile viaggio disegnando i volti dei personaggi preferiti al contrario. Si ritrova nell’Alice del Paese delle Meraviglie, all’inseguimento di un coniglio bianco dove, percorrendo luoghi assurdi e meravigliosi, si riflette nello specchio per rendersi conto che la realtà è più allettante se espressa a suo modo. Ama raccontare con i libri e ama i libri illustrati, che non sono solo per bambini. È autrice e illustratrice, rappresenta soprattutto animali, utilizzando nelle tavole forti contrasti cromatici. Ha partecipato e a numerosi concorsi di illustrazione e di libri fatti a mano vincendo  menzioni e premi speciali.

Altri articoli interessanti