A cosa servono i tre farmaci approvati dall’Aifa contro il Covid

Nella riunione straordinaria del 23 settembre 2021, la Commissione Tecnico Scientifica (CTS) di AIFA ha valutato le nuove evidenze che si sono rese disponibili all’utilizzo per il trattamento del COVID-19 di anakinra, baricitinib e sarilumab, farmaci immunomodulanti, attualmente autorizzati per altre indicazioni.

Vediamo assieme cosa sono e a cosa servono questi farmaci

Anakinra

Anakinra è la forma ricombinante, prodotta con tecniche di biologia molecolare, di una molecola che tutti noi possediamo, detta antagonista recettoriale di interleuchina 1 (IL-1). Agisce in modo selettivo bloccando l’azione di IL-1, una piccola molecola che ha un importante effetto infiammatorio. Per causare l’infiammazione, IL-1 deve legarsi al suo recettore; Anakinra agisce impedendo il legame dell’IL-1 con il recettore.

Baricitinib

Il farmaco blocca diverse proteine pro-infiammatorie e riduce dolore e rigidità delle articolazioni. Inibisce gli enzimi Janus chinasi 1 e 2, molecole intracellulari che modulano i segnali delle citochine infiammatorie responsabili dello sviluppo e della progressione della malattia

Sarilumab 

Farmaco antinfiammatorio potenti per il trattamento già usato per il trattamento dell’artrite reumatoide. E’ un’inibitore dell’interleuchina.

 

Altri articoli interessanti