Il 2 giugno a Olgiate Olona, tra fede, arte e luoghi di cura. Escursione dalla chiesa di Sant’Antonio Abate a Villa Gonzaga

La fede e la cura, nel mezzo l’arte. Olgiate Olona mette in mostra due suoi gioielli: la chiesa di Sant’Antonio Abate a Moncucco e Villa Gonzaga. Sono loro i protagonisti dell’escursione in programma martedì 2 giugno e proposta dai Parchi dell’Insubria – Olona (Parco Pineta, Bosco del Rugareto, Parco del Medio Olona, Parco della Valle del Lanza e Parco Rile Tenore Olona) con il supporto di Archeologistics. All’interno del ciclo di iniziative “Guerra, peste e carestia vanno sempre in compagnia – escursioni e storie dietro casa”, nato con l’esplicita volontà di guardare oltre questo complesso momento andando alla scoperta di quei luoghi che raccontano il desiderio e la capacità di superare periodi difficili, Olgiate Olona apre due testimonianze importanti.
Le guide di Archeologistics, realtà impegnata nella valorizzazione dei beni culturali, porteranno alla scoperta della chiesa di Sant’Antonio Abate: un prestigioso quanto suggestivo luogo di fede, di storia e anche di arte: interamente affrescata al suo interno, fu edificata più di cinque secoli fa dai frati Carmelitani insieme col monastero attiguo che fu attivo fino al maggio 1653. Tra i diversi interventi di abbellimento e restauro che si sono susseguiti nei secoli, è sempre stata meta di una grande devozione a Sant’Antonio abate, santo il cui culto si diffuse largamente nel medioevo anche perché considerato un potente taumaturgo, capace di guarire malattie terribili.
La seconda testimonianza è quella di Villa Gonzaga, sede del primo preventorio infantile anti-tubercolare. Costruita intorno alla metà del XVIII secolo, venne acquistata nel 1918 dall’Opera di Prevenzione Antitubercolare Infantile (OPAI). Fino a una cinquantina di anni fa, offriva ai bambini soprattutto delle classi più povere ampi saloni, bagni di sole, cure, una dieta equilibrata, aria “salubre” e scuola nel parco, come cura e prevenzione della tubercolosi. Per allietare la presenza dei bambini, la sala refettorio, oggi nota come “Sala Alba”, fu dipinta nel 1936 da uno dei più grandi illustratori italiani, Antonio Rubino, tra i fondatori del Corriere dei Piccoli. Nelle immagini si leggono le istanze coloniali del periodo, ma anche il gioco e i colori dei personaggi di Rubino, di cui i bambini potevano godere in molti momenti della giornata.

L’escursione prevede il ritrovo alle 14 in via Costaiolo di Sant’Antonio a Olgiate Olona. Dopo la visita guidata alla chiesa di Sant’Antonio abate a Moncucco, seguendo un sentiero si passerà dalla Valle Olona per poi risalire in paese e visitare Villa Gonzaga.
La partecipazione è gratuita previa prenotazione obbligatoria contattando gli organizzatori: 328 8377206, eventi@parcopineta.org.

Le prossime iniziative in programma:
Sabato 3 luglio, la meta dell’escursione Malnate con la chiesa di san Matteo, dove si trovano anche gli antichi dipinti e le curiose storie di San Lucio in val Cavargna (ritrovo a Malnate alle 17).
Domenica 8 agosto il tour Castiglione Olona-Cascina Ronchetto, attraversando la meravigliosa zona verde di Caronno Corbellaro (ritrovo a Castiglione Olona alle 10).
Domenica 5 settembre, l’escursione dall’oratorio di San Michele Arcangelo di Gornate Superiore fino al sito Unesco del Monastero di Torba (ritrovo a Gornate Superiore alle 10).
Infine, venerdì 1 ottobre l’incontro di chiusura con un dialogo sulla qualità dell’ambiente e la salute umana (su Zoom alle 20.30).

 

Altri articoli interessanti