Per ridurre i profili di rischio i fornitori finanziari raccolgono sempre più dati dai propri clienti. L’analisi in un nuovo studio

“Per conformarsi a normative specifiche (eIDAS, direttiva sui servizi di pagamento, direttiva antiriciclaggio) e ridurre i profili di rischio, i fornitori di servizi finanziari raccolgono sempre più grandi quantità di informazioni dai propri clienti”, denuncia un nuovo studio “L’avatar digitale su una blockchain: identità elettronica, anonimato e dignità umana”.

“Le crescenti opportunità e i mezzi tecnici per la raccolta dei dati offerti dalla digitalizzazione sollevano preoccupazioni giuridiche relative alla proporzionalità, alla necessità e alla minimizzazione dei dati”, scrivono gli autori.

“Tuttavia, le preoccupazioni vanno oltre la semplice conformità al GDPR e l’equilibrio legislativo, poiché architetture e implementazioni tecnologiche distinte potrebbero avere un impatto su diritti, libertà ed etica.

Il potenziale impatto dell’analisi va oltre l’identità digitale all’interno del settore finanziario, posizionando la discussione verso approcci di e-governance e regolamentazione dell’identità digitale in modo tale da preservare la dignità umana e ridurre i rischi della creazione di un “avatar digitale” onnipresente. adeguatamente affrontati dalla legge”.

Qui trovate lo studio

Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore.

Leggi le ultime notizie su www.presskit.it

Per non dimenticare: Ucraina torna la proposta di legge di congelare i conti bancari di chi cerca di evitare la leva

Per non dimenticare: L’organizzatore del Freedom Convoy fa causa a Ottawa per avergli bloccato i conti bancari

Per non dimenticare: “De-banking” in Australia si modificano le condizioni per permettere di chiudere i conti a discrezione della banca …sempre per salvaguardare i deboli

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Sfero: https://sfero.me/users/presskit-quotidiano-on-line

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

Copiate l’articolo, se volete, vi chiediamo solo di mettere un link al pezzo originale.

Le opinioni espresse in questo articolo sono dell’autore.

Altri articoli interessanti

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com