Api e vespe si possono scacciare con l’acqua, per loro equivale alla pioggia

Ci sono dei semplici consigli che aiutano a scacciare api e vespe, evitando di essere punti. Vediamoli assieme.

Api

Per evitare di essere punti bisogna rimanere fermi, se si può è molto utile spruzzarci sopra dell’acqua, proprio come con le vespe, perché simula la pioggia. Non dimenare le mani e non cercare di allontanare le api soffiandoci sopra, questi comportamenti le fanno solo arrabbiare.

Le api pungono esclusivamente se si sentono minacciate o per difendere l’alveare perché, quando pungono, sono destinate a morire. Infatti, con la puntura si stacca il pungiglione insieme alla ghiandola del veleno

Vespe

Ci si può proteggere spruzzando acqua sulle vespe in avvicinamento per simulare la pioggia. Bisogna, ovviamente tenersi lontani dagli alveari e mantenere la calma. In nessun casocolpire una vespa, schiacciarla o cercare di allontanarla soffiando su di essa, perché questo potrebbe provocarla. E’ utile proteggere il proprio spazio all’aperto  coprendo bevande e cibo.

Le vespe sono pacifiche e pungono solo quando percepiscono una manaccia per sé o per il loro alveare, fate attenzione, però, perché a differenza delle api, le vespe non perdono il pungiglione quando pungono. Le vespe trattengono la loro «arma». Per questo, possono pungere più volte.

Leggi le ultime notizie su www.presskit.it

Può interessarti anche: Roncadin adotta 650.000 api. Nell’apiario aziendale produrranno il miele e proteggeranno la biodiversità

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

 

Altri articoli interessanti