“Abbiamo una agricoltura vecchia che usa acqua in una maniera scriteriata”, Stefano Montanari

“Abbiamo una agricoltura vecchia che usa acqua in una maniera scriteriata, stanno ancora innaffiando i campi gettando dei getti d’acqua che evaporano, non servono a nulla.

L’irrigazione fa fatta in altro modo, si risparmierebbe l’80 il 90% di acqua e si avrebbe lo stesso risultato.

Quindi noi abbiamo poca acqua e quella poca la sprechiamo”, Stefano Montanari, scienziato e divulgatore di fama internazionale, denuncia il problema a 100 giorni da Leoni.

Oltre al sistema di irrigazione a pioggia, abbiamo anche quello a spruzzo e quello a goccia.

Sistema di irrigazione a pioggia

E’ quello più usato in Italia ed ha il vantaggio di non avere limite di metri quadri entro il quale può essere impiegato. L’acqua cade sulle colture (e sul terreno) sotto forma di piccole goccioline, grazie all’uso di idonee apparecchiature l’erogazione dell’acqua simula proprio una pioggia. La scelta su come posizionare gli irrigatori non è vincolante, ma da calcolare sulla base dello spazio che bisogna irrigare. Può essere usato con una girandola, che permette un’irrigazione a raggiera nell’area desiderata. Può essere usato anche con la funzione degli sprinkler (getti per irrigazione) in agricoltura è in pratica la stessa utilizzata nei classici sistemi antincendio. Si tratta di un’alimentazione idrica che solitamente avviene tramite ugelli erogatori, sospesi al di sopra del terreno.

Sistema di irrigazione a spruzzo

Il sistema si avvale di microspruzzatori che hanno il compito di lanciare getti d’acqua molto sottili sulle piante, in termine tecnico sono definiti microgetti. Tali elementi possono essere fissi o anche mobili.

Sistema di irrigazione a goccia

Permette il rilascio graduale dell’acqua alle piante durante l’intero ciclo di sviluppo, grazie a brevi e frequenti erogazioni. Consiste nel somministrare lentamente acqua alle piante sulla superficie del terreno oppure direttamente nelle radici, avendo però la certezza che lo sgocciolamento avvenga in un punto ben circoscritto. Per trasportare l’acqua attraverso questo sistema si avvale di valvole, condotte e gocciolatori.

Subirrigazione

Consente di ottenere un buon risparmio idrico in quanto, rispetto a un normale sistema a goccia, non comporta perdite per evaporazione del terreno e costituisce un sistema efficacissimo per fornire acqua alle colture anche in condizioni di carenza d’acqua.

Può interessarti anche: Siccità: trasformare le cave in laghi per l’acqua piovana e invalsi anche nei terreni agricoli

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

Altri articoli interessanti