Liste di proscrizione putiniani: “non ci fanno replicare per non farci arrivare al grande pubblico”, Giorgio Bianchi

Giorgio Bianchi attacca la comunicazione istituzionale sulle liste dei putiniani. Non ci fanno replicare, sostiene, perché non vogliono che arriviamo al grande pubblico.

“Qui c’è un problema enorme di egemonia culturale. La Saracini ha detto in uno scontro con me: “a me non interessa che i fatti che voi citate siano veri o falsi, a me interessa la diffusione. Giorgio Bianchi compare su ByoBlu due volte, ma non compare mai con gli organi main streem, fuori dalla Verità.

Oggi tutti stanno parlando, ci stanno processando, in contumacia, ma non ci viene offerta la possibilità di difenderci, perché noi, in questo modo arriveremmo al loro pubblico.

Il loro pubblico deve rimanere separato da noi, perché se poi il pubblico di rende conto che questa persone, che sono imputate come putiniani, sono persone raziocinati, stimabili, che negli anni hanno fatto un lavoro che è stato riconosciuto anche a livello internazionale, può nascere un problema per loro”.

Può interessarti anche: Schedati perché putiniani: rivolta di intellettuali e giornalisti

Seguici su Facebook https://www.facebook.com/presskit.it

Seguici su Telegram https://t.me/presskit

 

Altri articoli interessanti