Eurodeputata, con tre dosi di vaccino, multata dall’Italia per non essersi vaccinata. Lo sfogo sui social

Alessandra Basso, eurodeputata, avendo più di 50 anni ha ricevuto l’avviso di inizio procedimento di infrazione per non essersi vaccinata. Lei di dosi ne ha fatte tre. E’ forse il caso più clamoroso tra quelli successi in Italia.

“La settimana scora mi è arrivata una bella raccomandata dal Ministero della salute. La comunicazione di avvio del procedimento sanzionatorio per non essermi vaccinata. Mi si chiede se ho esenzioni e di comunicarlo alla mia Ats di competenza e di comunicarlo anche all’agenzia delle entrate tramite Spid. Il problema è che io lavoro a Bruxelles e quindi ho fatto le prime due dosi al parlamento europeo. La terza dose l’ho fatta in Francia a Strasburgo e quindi adesso dispongo di un green pass francese, che, per altro, è valido in tutta l’unione europea”.

Io adesso mi trovo a dover comunicare che io ho fatto tutte le vaccinazioni previste. Non c’è comunicazione tra Stati”.

Il regolamento europeo sul Green Pass scade a giugno, ed è stato fatto per avere degli strumenti per viaggiare in libertà nell’Unione. La Lega ha annunciato che voterà contro il rinnovo del green pass europeo. Del resto oggi per entrare al Parlamento Europeo non serve nessuna certificazione di vaccinazione. In Italia ancora per pochi giorni serve anche per prendere un caffè al bar.