Nuova epidemia sconosciuta in Sudan. La conta dei morti è già arrivata a 87

L’ Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sta attualmente indagando sull’epidemia di una malattia in Sud Sudan che non è stata ancora identificata e che si dice abbia ucciso un totale di 97 persone.

Immediatamente prima si erano verificate gravi inondazioni, che di solito favoriscono ulteriormente la diffusione di malattie. I morti, che sono confinati nello stato di Jonglei nel nord del Paese, sono principalmente anziani e bambini fino a 14 anni. Lo riferiscono l’emittente statunitense “ABC”, la britannica “BBC” e il servizio di notizie russo “Tass”. Ti riferisci al Ministero della Salute del Sud Sudan.

I sintomi includono quindi principalmente tosse, diarrea, febbre, mal di testa, dolore toracico, dolori articolari, perdita di appetito e stanchezza generale.

Una squadra dell’OMS si è già recata a Fangak, ma da allora è partita senza fornire ai funzionari sul posto risultati più dettagliati. Al momento, però, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si stanno allestendo centri di cura e si stanno mettendo a disposizione i primi farmaci. Secondo il loro portavoce per l’Africa, l’OMS sta indagando sull’epidemia da novembre. In ogni caso, non si tratta del colera che si verifica occasionalmente dopo i disastri alluvionali.

Altri articoli interessanti