Cantate urina sulla faccia di un fan durante il concerto. Il video

Sappiamo tutti che le rockstar sono famose per la vita sregolata e i gesti estremi: sesso, droga e rock’n’roll è lo slogan che da decenni accompagna la vita di musicisti leggendari quali Slash, Keith Richards, Ozzy Osbourne e molti altri. Oltre alla loro abilità musicale e all’aver composto canzoni storiche, molti di questi artisti sono famosi per il loro comportamento nella vita e sul palcoscenico. Come nel caso di una band che si è scusata dopo che la cantante si è tirata giù i pantaloni durante un concerto dal vivo e ha scioccato i fan con uno spettacolo che probabilmente non dimenticheranno mai.

La cantante di una rock band ha “regalato” al pubblico di un recente spettacolo dal vivo un’enorme sorpresa con un’acrobazia apparentemente non pianificata. Durante il festival Welcome to Rockville al Daytona International Speedway, Florida, Sophia Urista della band Brass Against si è tirata giù i pantaloni e ha urinato sul viso di un uomo. Stava eseguendo una cover della canzone dei Rage Against the Machine, Wake Up , quando ha invitato l’uomo dalla prima fila a salire sul palco per una “pioggia dorata”. L’uomo, che aveva una lattina poggiata sulla fronte, è apparso abbastanza contento di questa idea, si è sdraiato sul palco e ha lasciato che l’urina scorresse sul suo corpo e sulla sua testa.

La minzione è durata almeno 10 secondi o più, e l’uomo sembrava persino doverne sputare un po’. C’erano spettatori a pochi metri di distanza dal momento più volgare.

Nel filmato del momento scioccante che è stato caricato su Twitter alcuni si sentono esultare e anche essere disgustati. Da allora la band si è scusata per l’acrobazia, scrivendo su Twitter: “Ci siamo divertiti molto ieri sera a Welcome to Rockville. “Sophia si è lasciata trasportare. Non è qualcosa che il resto di noi si aspettava, non è qualcosa che vedrai di nuovo ai nostri spettacoli. La pagina Facebook della band ha più di 450.000 fan e descrive il gruppo con sede a New York come “un collettivo con l’obiettivo di creare musica per ispirare il cambiamento sociale e personale”. Di certo è che, rileva Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, con questa mossa, che può essere considerata sia molto “rock” che molto idiota,  i Brass Against sono improvvisamente diventati famosi. Vero è che un gesto tanto trasgressivo “on stage” non si vedeva da un po’ e ci fa porre molte domande sull’era che viviamo e sulla natura della scena musicale. E’ ormai tutto un “far parlare di sè”? Ecco il video della cantante che s’è lasciata andare in concerto…:

https://www.youtube.com/watch?v=gPdniDPmD3k

 

Altri articoli interessanti