Il Green Pass non viene disattivato in caso di Covid: la denuncia a Fuori dal Coro

Nonostante le segnalazioni all’Asst non viene disattivato. La denuncia arriva a fuori dal Coro.

“A logica se uno ha il covid, dovrebbe avere il Green Pass disattivato. In caso contrario, invece di stare a casa, potrebbe andare in giro, al ristorante, al cinema, per esempio, diffondendo così il virus”. Così la redazione di Fuori dal Covid, che in diretta ha mostrato la validità del green pass di una persona, ma ne ha anche sentite altre, che con il Covid in corso hanno un green pass valido.

Come è stato scoperto? Alcuni malati, per curiosità, hanno scaricato l’app di verifica del Green Pass, e hanno visto che il Green Pass era ancora valido. Elisa, la persona che ha denunciato il fatto per prima, è vaccinata e ha scoperto di avere il Covid a seguito di un tampone

Ma come è potuto succedere? Non sempre il sistema regionale si interfaccia con il sistema del governo. E’ evidente che c’è una falla nel sistema. “Il green pass – spiega un medico di base a Fuori dal Coro – è un atto puramente amministrativo, mentre la positività del tampone risiede su una silos informatico. Vuol dire che la mano destra non sa quello che fa la sinistra. Le due mani stanno dietro la schiena, ma non si congiungono”.

Secondo il Dpcm emanato il green pass avrebbe dovuto essere sospeso per tutto il periodo della malattia. “E invece non è così perché i sistemi non comunicando tra loro fanno si che i green pass dei malati risultino validi”.

I giornalisti della trasmissione hanno cercato di contattare inutilmente il Ministero della Salute. “Noi la segnalazione l’abbiamo fatta…”

Altri articoli interessanti