Aumento di 10 euro sulla revisione auto. Tutto sale anche se di poco

Non bastavano i rincari di benzina e gasolio. Ad appesantire le spese degli automobilisti arrivano anche aumenti per il costo della revisione auto. Lo denuncia il Codacons, che protesta contro l’ennesima stangata sulle tasche dei consumatori.
“A partire da domani 1 novembre il costo-base del “collaudo” presso le sedi della Motorizzazione aumenterà da 45 euro a 54,90 euro, con un aumento della tariffa del +22% – spiega il presidente Carlo Rienzi – Se la revisione è fatta in un’autofficina autorizzata, il costo passa da 66,88 euro a 79,02 euro (quindi 12,14 euro in più).
Questo per effetto di un Decreto interministeriale firmato dal Ministero delle Infrastrutture e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che va ad appesantire le spese per la gestione dei veicoli in capo alle famiglie, già stremate dalla corsa senza sosta dei prezzi di benzina e gasolio”.
“Ancora una volta gli automobilisti italiani sono utilizzati come bancomat dal Governo, attraverso un aumento delle tasse che gravano sull’automobile, e anziché ridurre la tassazione per alleggerire gli effetti del caro-benzina, si è pensato bene di aumentare del 22% la tariffa della revisione auto” – conclude Rienzi. 

Altri articoli interessanti