Come nasce una cabina doccia

Ce lo spiega Duka.  La produzione è realizzata esclusivamente presso l’headquarter di Bressanone, una delle più importanti e sorprendenti costruzioni realizzate recentemente in Alto Adige, straordinario esempio di costruzione innovativa sviluppata attorno all’industria 4.0, che vede collaborare software, macchine e uomo. Molte delle operazioni che portano alla costruzione di una cabina doccia sono assistite da macchinari, ma per duka il lavoro manuale è fondamentale, i prodotti ‘prosperano’ infatti grazie alla precisione del lavoro dell’uomo. Nella fase di montaggio, ad esempio, ogni singola cabina è responsabilità di una sola persona, aspetto che contribuisce al raggiungimento di elevati standard qualitativi.

duka utilizza unicamente vetro temperato di sicurezza, caratterizzato da un’elevata resistenza all’urto, allo scarto termico e da una maggiore resistenza alla flessione. Il vetro proviene direttamente dagli stabilimenti duka situati vicino a Venezia e viene tagliato al millimetro in tempi brevissimi, plus che consente una grande flessibilità che si traduce in tempi di consegna del prodotto finito davvero veloci e competitivi.

L’alluminio, proveniente da un fornitore specializzato austriaco, leader a livello mondiale nella produzione di alluminio, è lavorato internamente, per assicurare la qualità dei materiali e il rispetto degli standard di sicurezza e delle normative europee in tutte le fasi produttive. Ogni anno, duka tratta circa 1.300 tonnellate di alluminio, per circa 400 diverse tipologie di profilo.

Altri articoli interessanti