La dignità dei lavoratori portuali contro il green pass: “Lo facciamo per l’Italia”

Blocco a oltranza fino a quando non sarà tolto il green pass. “Non si divide tra persone vaccinate e non siamo tutti uguali” Hanno lavorato anche in pandemia per fare arrivare le merci nei supermercati, fianco a fianco, e adesso vogliono dividervi, vaccinati e non vaccinati. Con grande dignità iniziano la loro lotta, pensano e lo hanno dichiarato che i palazzi del potere siamo lontani dalla realtà della gente. “Giù le mani dal lavoro”.

Bloccare i porti può creare grandi problemi all’economia reale.

Verso di loro è partita la solita macchina del fango, utilizzata durante la pandemia, si dice che sono pochi, che non sono solo i portuali, che non hanno capito quello che sta accadendo, che spaventano tutti gli altri contrari alla loro lotta, si confonde tra numeri di vaccinati e numero di quello che sono a favore del green pass, che stanno facendo un danno all’Italia. Loro, con grande dignità spiegano che lo fanno perché se lo Stato non difende i cittadini, ci deve essere qualcuno che lo fa. Ricordano i medici gli infermieri osannati durante la prima fase della pandemia e adesso lasciati a casa senza stipendio.

Da domani sciopero a oltranza fino quando non sarà tolto il green pass.

Altri articoli interessanti