Inoculano agli italiani vaccini Pfizer (che erano) scaduti: in caso di problemi lo stato non paga

I vaccini per il Covid della Pfizer (che erano) scaduti a settembre e quelli (che erano) in via di scadenza nei mesi futuri verranno inoculati agli italiani. A decretarlo è l’Unione Europea, che il 10 settembre scorso ha aggiornato il periodo di validità con condizioni di conservazione a temperatura ultra-bassa per COMIRNATY e, magicamente, i flaconi di vaccino scaduti a settembre sono diventati “buoni” per altri tre mesi, ovvero fino a dicembre. Così, quelli (che erano) in scadenza in questo mese di ottobre, riacquistano invece validità fino a gennaio 2022; quelli (che erano) in scadenza a novembre potranno essere somministrati fino a febbraio 2022 … e così via. Perché, come chiarito dall’Unione Europea, l’estensione di 3 mesi si applica anche, retroattivamente, ai flaconcini prodotti prima della data di approvazione.

L’Aifa (agenzia italiana del farmaco), ovviamente, ha recepito tale direttiva europea lo scorso 4 ottobre (qui la notizia sul sito dell’Aifa) chiarendo, come peraltro aveva già fatto l’Unione Europea, che i flaconcini di vaccino devono essere rimasti congelati a una temperatura compresa tra -90°C e -60°C … e ci mancherebbe altro, come se non bastasse l’aver preso un farmaco scaduto e averne decretato l’utilizzo.

Questo passaggio da parte dell’Aifa era assolutamente necessario per il governo italiano, dal momento che, come recita l’articolo 3 del decreto legge 44 del 21 aprile 2021, «quando l’uso del vaccino è conforme alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione all’immissione in commercio emesso dalle competenti autorità e alle circolari pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della salute relative alle attività di vaccinazione», è esclusa la punibilità «per i fatti di cui agli articoli 589 e  590  del  codice  penale verificatisi a causa della somministrazione di un vaccino per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2,  effettuata nel corso della campagna vaccinale straordinaria».

E, per la cronaca, l’articolo 589 riguarda l’omicidio colposo e l’articolo 590 riguarda le lesioni personali colpose.

Quindi, per tornare a noi (e al titolo): inoculiamo pure agli italiani vaccini Pfizer (che erano) scaduti, tanto se a qualcuno succede qualcosa o, peggio, l’irreparabile: nessuno potrà essere punito.

Altri articoli interessanti