Legnano: caccia ai tamponi rapidi in farmacia, pochissimi posti dopo l’obbligo del green pass sul lavoro

Sono poche le farmacie a Legnano che hanno aderito al programma dei tamponi rapidi. Il risultato è che non ci sono più posti, da dopo il 15 ottobre e in alcuni casi, per chi ha già aperto le prenotazioni fino a quasi fino a Natale.

La notizia ci arriva da un nostro lettore, che le ha girate quasi tutte e alla fine ha deciso di cambiare città. L’alternativa è di andare ad un pick up, nelle vicinanze, ma i prezzi non sono calmierati.

In molti si sono presentati in farmacia con l’agenda in mano, per prenotare tamponi rapidi a ripetizione in base agli impegni di lavoro che hanno.

Servirebbe un intervento del Governo, così si complica solo la vita alle persone. Ci sono farmacie che per scelta, pensano che l’unica via sia il vaccino, hanno deciso di non fare tamponi. Altre non hanno spazio all’interno. Nella vicina Svizzera le farmacie hanno risolto il problema dello spazio e del locale apposito per i tamponi, mettendo un piccolo container all’esterno del negozio, dedicato solo ai tamponi rapidi.

La vita per chi non può o ha deciso di non vaccinarsi, o non ha il green pass per ragioni burocratiche diventa sempre più complicata, anche a Legnano.

Altri articoli interessanti