Coralli malati a causa delle acque di scarico delle navi?

E’ quanto suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Marine Science. L’acqua di zavorra delle navi potrebbe essere la causa della malattia dei coralli. Alle Bahamas gli scienziati del Perry Institute for Marine Science hanno scoperto che la malattia dei coralli è più diffusa nelle barriere coralline più vicine ai principali porti commerciali delle Bahamas, a Nassau e Grand Bahama, suggerendo un probabile legame tra la malattia e le navi.

L’infezione mortale, nota come malattia da perdita di tessuto dei coralli pietrosi (SCTLD), è stata identificata per la prima volta in Florida nel 2014 e da allora si è spostata nella regione, causando grande preoccupazione tra gli scienziati.

Si diffonde più velocemente della maggior parte delle malattie dei coralli e ha un tasso di mortalità insolitamente alto tra le specie più suscettibili, rendendolo potenzialmente la malattia più mortale che abbia mai colpito i coralli. Più di 30 specie di corallo sono sensibili. È stato trovato in Giamaica nel 2018, poi nei Caraibi messicani, a Sint Maarten e alle Bahamas, e da allora è stato rilevato in altri 18 paesi.

In Messico, oltre il 40% delle barriere coralline in uno studio aveva almeno il 10% di coralli infettati da SCTLD e quasi un quarto ne aveva più del 30%. In Florida, il calo regionale della densità dei coralli si è avvicinato al 30% e la perdita di tessuto vivo è aumentata del 60%.

Altri articoli interessanti