Università: ci vanno solo 4 giovani su 10

Il tasso di iscrizione all’università (per 100 giovani di 19-25 anni residenti) che include tutte le iscrizioni a qualunque anno di corso e ordinamento, indica che solo 4 giovani su 10 proseguono anche negli anni successivi, con una più elevata incidenza tra le donne e una lieve tendenza alla crescita: nell’a.a. 2018-2019 il 46,8 per cento delle femmine e il 34,2 per cento dei maschi si iscrivono all’università (erano 44,1 per cento e 32,2 per cento, rispettivamente, nel 2013/2014).

Questo il quadro sconfortante dell’Istat

I giovani residenti nelle regioni del Centro Italia presentano tassi di iscrizione più elevati, seguiti da quelli del Mezzogiorno (basta vedere il grafico nella foto); risultano al di sotto della media i tassi di iscrizione dei giovani del Nord. Nel Centro e nel Mezzogiorno oltre la metà delle 19-25enni si iscrive all’università, contribuendo ad accentuare il divario di genere.

Altri articoli interessanti