Per uno sport sano: giovedì 1 luglio Renato Zannardi presenta a La Tela di Rescaldina il libro“Un campione alla Ugo Colombo”

Il ciclismo quello sano e pulito. Quello fatto di tanta fatica e altrettanta umiltà che consegnò a Ugo Colombo l’appellativo di “hombre  vertical”. È dedicata al ciclista nativo di San Giorgio su Legnano la serata di giovedì 1 luglio a La Tela di  Rescaldina (MI). Alle 19, Renato Zannardi presenta il libro “Un campione alla Ugo Colombo” (Velar editore), pubblicazione nata per rendere omaggio alla figura umana e sportiva di Colombo, ma anche promuovere tra i giovani la cultura dello sport leale e pulito.

Ugo Colombo, scomparso all’età di 79 anni lo scorso 10 ottobre 2019, è stato gregario di Franco Bitossi, ottenendo la vittoria di tre tappe del Giro d’Italia tra gli anni Sessanta e Settanta. Fu protagonista al Tour de Suisse, Tour de Romandie e al Giro di Catalogna, si impose anche in due edizioni consecutive della Coppa Placci (1970 e 1971) e partecipò tre volte consecutivamente al Tour de France, nel 1966, nel 1967 e nel 1968. Rappresentò la Nazionale italiana nella prova in linea dei campionati del mondo di ciclismo su strada del 1968 a Imola. Nei dieci anni  da professionista e nei successivi da direttore sportivo di società ciclistiche, Colombo è sempre stato un “uomo verticale”. Dopo la sua scomparsa, fu Gianni Mura su La Repubblica a consegnarlo alla storia come “hombre vertical”, facendone così un testimone dello sport pulito.

Un’eredità che Zannardi ha voluto raccogliere e conservare. I proventi del libro “Un campione alla Ugo Colombo” vengono infatti destinati a favore di un progetto per la promozione dello sport leale e pulito per i giovani. L’associazione “Ugo Colombo – Hombre Vertical A.P.S.” si propone di incentivare una diffusa pratica sportiva di base tra i giovani e attività culturali e sportive incentrate su valori come la lealtà e il rispetto dell’avversario attraverso collaborazioni con scuole, genitori e società sportive, veterani dello sport, musei del ciclismo, oratori e centri di aggregazione giovanile.

All’incontro di giovedì 1 luglio l’autore Renato Zannardi sarà intervistato Massimo Gasparri della società ciclistica Rescaldinese. Inizio alle 19, partecipazione libera.

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito in ATI dalle cooperative La Tela e Meta insieme con altre associazioni del territorio. È ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)
Tel: 0331.297604
www.osterialatela.it
Facebook:  https://www.facebook.com/osterialatela/

Altri articoli interessanti